Titulo

Ugly Duck


La Yamaha XJ 600 non si può certo definire una reginetta di bellezza, ma è il destino di tutte quella moto che nascono con poche pretese ed essere utilizzate come mezzo "polivalente"
Ancor ricordo la parole del mio meccanico quando mi consigliò di prendere questo modello per sostituire la mia moto. "E' un moto che ci fai tutto è comoda e non si rompe mai" ...si dimentico di dire che era brutta forte .
Eppure anche le moto brutte possono essere trasformate in qualcosa di più interessante, come questa delle foto che ho trovato su Ebay .


"La moto era nata per offrire una moto "polivalente", di basso costo e prestazioni non estreme. Fu presentata nel 1991 , caratterizzata da una semicarenatura comprendente un cupolino che si estendeva ad abbracciare il serbatoio. 
Il motore, di nuova concezione, era ispirato a quelli della serie Genesis; si trattava di un 4 cilindri in linea molto semplice, raffreddato ad aria, con distribuzione bialbero a 2 valvole per cilindro, e con i cilindri inclinati in avanti di 35° per abbassare il baricentro e poter montare i carburatori in posizione verticale. Questi ultimi erano una batteria di quattro Mikuni BDST da 28 mm, con starter manuale. I carburatori erano alloggiati in una rientranza del serbatoio, e quindi il livello della benzina era più basso di quello della vaschetta; per questo motivo, la moto era dotata di una pompa della benzina a membrana."


"La forcella, non regolabile, presentava steli da 38 mm; al posteriore c'era un monoammortizzatore derivato da quello montato sulla Yamaha TDM. L'accensione era elettronica, di tipo TCI. Il telaio, a doppia culla in tubi d'acciaio, era ispirato alla serie FZR. Il motore erogava 56,3 CV (41,4 kW) alla ruota a 8.500 giri, con una coppia massima di 5,54 kgm a 7000 giri; il regime massimo previsto era di 9500 giri. La frenata era assicurata da un disco singolo anteriore da 320 mm e da uno posteriore da 245 mm, entrambi con pinza a 2 pistoncini. Il peso in ordine di marcia era di 197 kg, che diventarono 203 con il modello 1993."






Questo è quello che riporta Wikipedia sulla breve storia di questa moto e sulle sue caratteristiche, ma se cercate un mezzo affidabile su cui sviluppare il vostro prossimo progetto questa poterebbe essere un'idea. 


No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.